Come Flirtare Con Un Ragazzo

Differenza tra saper flirtare con un ragazzo o essere belle ma incapaci


Quando si interagisce con un ragazzo o uomo appena conosciuto, normalmente ci si presenta formali nella comunicazione.

Non appena quella comunicazione formale esce leggermente dai canoni, ad esempio: inviando una battuta ironica, allora si entra nel flirting.

Chi dei due esce per primo dalla formalità e comincia a flirtare? È importante rendersene conto, perché questo è il primo segnale che denota interesse!

Flirtare significa simpatizzare lasciando passare messaggi sotto intesi che hanno a che fare con micro stimoli a effetto sessuale.

Tutti quanti noi abbiamo dei moduli o modelli istintivi e naturali che usiamo quando flirtiamo con l’altro sesso, soprattutto quando si tratta di ragazze che flirtano con ragazzi.

Ormai questa nostra tendenza a muoverci, parlare, guardare e toccare la persona con cui stiamo interagendo, si è fissata nella rete neurale del nostro sistema nervoso.

Infatti, ti basta ascoltare al telefono il timbro della voce di un tuo amico per riconoscerlo istantaneamente.

Quel suo modo di fare e di esprimersi, è la firma della sua personalità e a quanto pare sembra non essere modificabile.

Tu sei l’insieme dell’espressione del tuo linguaggio del corpo.

Al di là di quanto bella tu possa apparire esteriormente, ciò che arriva ad un uomo è l’intera espressività della tua personalità, quindi il modo in cui fai flirting.

Una personalità che lui può sperimentare come attraente e gradevole oppure disturbante e sgradevole, anche se sei una bellezza statuaria.

Questo primo concetto quindi, ci dice che non è la bellezza estetica a fare breccia nel cuore degli uomini, se tale plasticità esteriore non è supportata da una personalità magnetica.

Purtroppo ci hanno abituato a credere che la bellezza estetica sia uno dei fattori prioritari da tenere in considerazione nel flirting ma non è proprio così.

Molte donne bellissime vengono lasciate dal partner perché ritenute insopportabili a causa dei loro modi di fare.

Altre venere di bellezza, smettono di interessare gli uomini solo dopo qualche ora di conversazione, perché la loro voce è stridula, i loro movimenti sono nervosi, il loro contatto d’occhio quasi inesistente e spesso manca il sorriso.

Flirtare con un ragazzo: modo attivo e passivo


Il flirting viene chiamato anche pre-seduzione femminile. Se sei naturalmente dotata di uno stile di flirting efficace, non ha alcuna importanza l’aspetto estetico per generare attrazione irresistibile.

Si parla di flirting passivo quando ci si comporta in modo naturale e improvvisato e se tale modello espressivo invia stimoli chiamati stai via da me, allora non si riuscirà a capire perché gli uomini non sviluppino interesse.

Qui un esempio: se lui è spiccatamente visivo, la tua calda voce vibrata e sexy non lo soggiogherà, perché la sua chiave di registro neurologico è visiva, quindi reagirà alla tua cinesica del volto, sguardo, sorriso, gestualità e posa.

Se lui è un auditivo (tipo musicisti, speaker, cantanti etc,) non si coinvolgerà perché tu usi accessori particolari, ti muovi in modo sexy, fai contatto d’occhio sensuale o utilizzi i 4 sorrisi (che presto ti svelerò).

Questo tipo d’uomo, reagirà alla tua voce, parole, para verbale e suoni paralinguistici che tu inconsapevolmente usi, perché fanno parte del tuo naturale modo di comunicare.

Se il tipo è un cenestesico esterno (atleti, manovali, operatori manuali etc) oppure un cenestesico interno (uomini sensibili alle sensazioni epidermiche emozioni etc.) questo non si coinvolgerà ne se sei una bellezza sexy prorompente (come nel visivo) tanto meno se hai una voce che incanta le sirene (come nel caso del auditivo).

Quest’uomo è sensibile al tocco, carezze, abbracci, invasione oscillante dentro la sua area spaziale intima mentre comunichi con lui.

Adesso sai perché alcuni rapporti di flirting che hai tentato di mandare in porto con un uomo che ti interessava non hanno avuto il successo che ti aspettavi.

Sino ad ora abbiamo considerato il flirting naturale passivo, adesso parleremo del flirting attivo.

Per flirting attivo, si intende il comportarsi in modo consapevole seguendo un modello.

Un po’ come quando un’attrice entra nel suo personaggio.

Tutte le volte che stai imitando una donna che ammiri, comportandoti come lei e prendendone le sembianze stai usando un modello di comportamento artificiale.

Ad esempio: quando imposti la voce, postura, movimento, gestualità iconica, espressività del volto e modo di digitare il corpo del tuo interlocutore con lo scopo di creare una serie di flash d’attrazione stai usando il flirting attivo.

flirtare-con-un-ragazzo

Flirting e sequenze di atti non verbali affascinanti


A noi non interessa la teoria o l’aspetto antropologico del linguaggio del corpo, a noi interessa usare il linguaggio del corpo per creare flash emozionali.

Ogni singolo atto comunicativo espresso può creare un flash o non crearlo.

Ad esempio: mantenere il contatto d’occhi dominante mentre si conversa è un singolo atto non verbale in grado di creare flash.

Quando ti accorgi che ha generato il flash? Quando il tuo interlocutore caricandosi di tensione abbassa lo sguardo prima di te (proprio per scaricare tale tensione).

In questo caso hai usato un singolo atto comunicativo che penetra come un missile nella sua zona limbica del suo cervello conferendoti un'unità di potenziale psicologico su di lui (fascino).

Ma ci sono delle combinazioni di li atti sequenziali.

Ad esempio: se fai contatto d’occhi persistente e lanci un sorriso aperto, stai combinando 2 atti flash che colpiscono il visivo.

Ma che succederebbe se mentre fai contatto d’occhi e sorriso facessi anche un passo in avanti verso di lui, invadendo solo per un momento la sua zona comfort per poi ritirarti?

Staresti utilizzando una combinazione chiamata visivo-cenestesica.

Altro esempio: cosa succederebbe se mentre tratti un uomo auditivo usando l’impostazione della voce al contempo gli dovessi toccare fortuitamente il braccio?

In questo caso starai usando una combinazione auditiva-cenestesica.

Ogni uomo ha le sue combinazioni e registri di ingresso che fanno scattare automaticamente una stato di attrazione irresistibile.


arrow
Scopri di più sul non verbal flash ...